Sei,
gli occhi da guardare
quando nessun altro guarda;
le mani sulla faccia
di chi piange e si vergogna;
il segnalibro nuovo
di cui non mi ero neanche accorto;
sei la mano che mi sfiora
della ragazza che un po’ mi piace.

Sei,
l’aria che sfrizza
quando apro una gassata;
il fusillo che mangio
per capire quando è pronto;
la rotella che rimane nelle bici dei bambini;
l’ultima boa rossa
più lontana dalla costa.

Sei l’unico buco buono in tutta la cintura;
la terza dell’accordo
nelle canzoni di Ed Sheeran;
il ricciolo che si forma
quando tempero matite;
il piede coraggioso
del primissimo bagno in mare.

E visto che per me, tu già sei, tutte ‘ste cose
ti andrebbe di esser anche
quella che alla fine
non se ne va?

About the Author

Manolo Zocco

Ciao, studio Scienze Ambientali e Naturali all'Università degli Studi di Siena. A Marzo ho pubblicato un libro di poesie (lo trovi qui sotto) donando tutti gli utili alla Croce Rossa Italiana.

View All Articles